Bambino vegano ricoverato a Nuoro, il sen. Ciampolillo: “E’ falsa informazione, la Assl ha chiesto rettifica”

La notizia originale lanciata dall’Ansa è stata modificata, ma ancora non esistono fatti, né conferme sulla vicenda, tranne la richiesta di rettifica da parte della ASSL di Nuoro.

Sul sito dell’agenzia di informazione Ansa, la notizia del bambino figlio di genitori vegani che sarebbe stato ricoverato a Nuoro per malnutrizione, è stata modificata con le richieste fatte dalla ASSL di Nuoro.

Lo scorso giovedì in Senato, Lello Ciampolillo senatore del Movimento 5 Stelle, ha riferito sul caso di Nuoro davanti ai suoi colleghi, raccontando che quella del bambino sardo sarebbe solamente “un nuovo vergognoso esempio di falsa e sleale informazione asservita alle multinazionali del settore, terrorizzate dalla enorme diffusione delle pratiche promosse dalla cultura vegana”.  Secondo Ciampolillo sarebbe stata la stessa Assl di Nuoro a chiedere una smentita della nota rilasciata da Ansa e cita direttamente la mail che la dottoressa Grazia Cattina, direttore dell’Assl dal 2018, avrebbe inviato all’agenzia giornalistica.

Contattata dal nostro giornale, la dottoressa Cattina ha confermato la richiesta di una rettifica: “Ci siamo dissociati dalla nota Ansa. La smentita e’ stata richiesta per dichiarazioni che mi sono state attribuite e che io non ho rilasciato.” La dottoressa, in data odierna, non conosceva le dichiarazioni fatte dal senatore e non ha rilasciato ulteriori commenti sulla notizia né sulla salute del paziente: “Non rilasciamo dichiarazioni che contengano informazioni sanitarie di nostri assistiti senza autorizzazione degli aventi titolo”.

Rimane, quindi, sempre il dubbio su quale sia effettivamente lo stato dei fatti, su quali siano le motivazioni per le quali il bambino è stato ricoverato, se davvero i genitori siano vegani e se questo abbia una qualsiasi correlazione con il ricovero del paziente.

I fatti della cronaca passata di tutti i casi mediatici simili a questo e portati all’attenzione del pubblico, sono stati sempre smentiti in varie sedi, compreso il nostro giornale con il caso del bambino ricoverato al Fatebenefratelli di Milano nel 2016. 
Anche la presidente della Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana, la dottoressa Luciana Baroni sul suo profilo Facebook ufficiale ha riportato la notizia della richiesta di rettifica da parte della ASSL di Nuoro e ha commentato: “Per contrastare questa disinformazione, Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana – SSNV da vent’anni si impegna nella diffusione delle corrette informazioni nel campo della nutrizione a base vegetale e negli ultimi anni si è dedicata in special modo a informare i professionisti e il pubblico sulla salubrità di un’alimentazione 100% vegetale nei bambini fin dallo svezzamento e nella donna in gravidanza e in allattamento, in diversi modi”.

Print Friendly
0