Beyond Meat conquista McDonald’s: primo test in Canada

Accordo tra Beyond Meat e McDonald’s in Canada: per tre mesi il burger di “finta carne” verrà servito in 28 ristoranti della catena in Ontario. Un test per sondare l’apprezzamento dei clienti per il nuovo prodotto, anche su scala globale

Beyond Meat conquista McDonald’s. Succede per la prima volta in Canada dove dal 30 settembre scorso, e per i prossimi 3 mesi in 28 ristoranti del fast food nel sud-ovest dell’Ontario verrà servito il nuovo panino P.L.T. Questo è il nome scelto per il burger a base vegetale (dove P.L.T sta per plant, lettuce e tomato), che verrà servito con pomodori, lattuga, sottaceti, cipolle, ketchup, senape, all’interno di un panino di semi di sesamo. Il burger potrà essere ordinato anche in versione “vegetariana” con l’aggiunta di maionese e formaggio cheddar. Creato ad hoc per McDonald’s, potrà essere acquistato a 6,49 dollari canadesi.

Un test per i mercati globali

Il Beyond P.L.T. rappresenta per McDonald’s un nuovo test, dopo quelli condotti su altri mercati internazionali, per sondare l’apprezzamento dei clienti verso le diverse alternative a base vegetale. “Durante questa fase di test, saremo entusiasti di ascoltare ciò che i clienti ci diranno di apprezzare del P.L.T., per aiutare i nostri mercati globali a comprendere ciò che è meglio per i loro clienti “, ha spiegato Ann Wahlgren, Vicepresidente Global Menu Strategy della catena commentando l’operazione. “Questo test ci consentirà di saperne di più sulle ricadute dell’offerta, sia rispetto alla domanda dei clienti sia all’impatto sulle operazioni di ristorazione”. Intanto, i primi effetti dell’accordo li ha registrati proprio Beyond Meat, che dopo la diffusione della notizia dell’esperimento canadese ha registrato nei giorni scorsi un balzo in borsa del +10%.

View this post on Instagram

Say hello to the new P.L.T. from @mcdonaldscanada – a juicy, delicious burger made with a Beyond Meat patty! The P.L.T. will be tested for 12 weeks in 28 McDonald’s restaurants in Southwestern Ontario, Canada starting Monday, 9/30. __________________ “Being of service to McDonald’s has been a central and defining goal of mine since founding Beyond Meat over a decade ago,” said Ethan Brown, Founder and CEO, Beyond Meat. “It comes after a long and productive collaboration to make a delicious plant-based patty that fits seamlessly into McDonald's menu, and we’re thrilled with the outcome." __________________ Click link in bio to learn more about this exciting announcement and to find the full list of participating restaurants!

A post shared by Beyond Meat (@beyondmeat) on

Fast food sempre più veg?

Antenne ritte sulle nuove tendenze di mercato, dunque, per McDonald’s, che prova a sondare l’apprezzamento dei clienti verso un prodotto, il Beyond Burger, sempre più richiesto dal mondo della ristorazione. Il tentativo segue quello condotto all’inizio dell’anno in Germania con l’introduzione nei menu del Big Vegan Ts a base dell’altro burger a base di “finta carne” sul mercato, l’Incredibile Burger  di Nestlè.

Una riprova della crescita di domanda di prodotti veg anche nelle catene di fast food, tanto che già in passato McDonalds’, così come Burger King, si era attrezzato, su singoli mercati, per allargare l’offerta a base vegetale. Come in Finlandia, dove il McVegan, prima testato in un’unico punto vendita a Tampere, è stato poi messo nel menu di tutti i ristoranti della catena. O in Gran Bretagna, dove l’offerta veg riguarda l’Happy Meal per bambini, servito con un wrap senza carne, a base di verdure. Escluso, per ora, dai test di McDonald’s rimane, invece, il grande mercato americano, dove pure all’inizio dell’anno è stata lanciata una petizione che ha raccolto oltre 200mila firme per chiedere l’aggiornamento dei menu a base vegetale. E dove, dalla scorsa primavera, è invece Burger King ad aver introdotto, anche qui dopo una prima fase di sperimentazione nella solo Louisiana, il panino vegetale con l’Impossibile Burger in tutti i punti vendita del Paese.

Bisognerà ora vedere se l’abbinata con un altro colosso come Beyond Meat e il test canadese spingeranno McDonalds’ a sperimentare l’opzione anche su altri mercati (Italia compresa dove solamente nel 2015, in occasione di Expo, il fast food provò a proporre un’alternativa vegetale con un burger vegetariano).

Print Friendly
0