“Processo alla carne”, un libro che ci spiega tutto

Cosa succederebbe se un magistrato “interrogasse” uno dei massimi esperti italiani in fatto di alimentazione e malattie sul rapporto tra cibo e salute?

processo-alla-carne

Prendete un medico, esperto in alimentazione e con alle spalle una quarantennale attività di ricerca e prevenzione contro il cancro. Affiancategli un magistrato con un senso dell’umorismo fuori dal comune, che ha finanziato una serie di importanti iniziative “pro salute”. Organizzate una serata all’insegna della prevenzione, in cui il magistrato farà al medico tutte le domande che non avreste mai osato fare in tema di alimentazione. Questi sono gli ingredienti di “Processo alla carne”, volume di circa 130 pagine pubblicato da Edizioni Sonda che analizza – a mo’ di “interrogatorio” spiritoso e irriverente – le principali tematiche riguardanti il rapporto che intercorre tra alimentazione e salute.

Il medico in questione è Franco Berrino – direttore del Dipartimento di Medicina Preventiva e Predittiva dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano – che incalzato dalle domande (spesso anche “scomode”) del magistrato Michele Emiliano, tenterà di far luce sulla correlazione tra le principali malattie “moderne” (diabete, ipertensione, colesterolo e tumori) e ciò che mangiamo quotidianamente. Il “processo” parte con l’analizzare i capi di accusa del latte: se non fosse vero ciò che ci è sempre stato insegnato sul latte e sul formaggio, ovvero che la buona salute delle ossa dipenda dall’assunzione di questi alimenti? Ma se, al contrario, ne fosse in qualche modo compromessa?

Il dibattito non può ovviamente che soffermarsi anche sulla controversa questione del consumo di carne: carne sì o no? Carne rossa o carne bianca? Le risposte a queste e altre domande sono supportate, oltre che dalle conoscenze del dottor Berrino, da una solida letteratura medico-scientifica che viene citata – in maniera chiara e interessante – per permettere al lettore di farsi un’idea reale e concreta su quello che quotidianamente sceglie di mangiare. Per ultimo, il libro riflette sulla presunta minaccia che le farine e gli zuccheri raffinati rappresenterebbero per la salute di tutti noi: una minaccia nascosta, tra l’altro, dal momento che spesso lo zucchero bianco si trova negli alimenti confezionati con nomi diversi.

Da questo libro imparerete che “biologico” non è sinonimo di “salutare” e che perfino la classica pastina dei menu ospedalieri, apparentemente tanto innocua quanto insipida, non è in realtà  un toccasana per la salute. Sono tanti i consigli che il professor Berrino, durante il dibattito con Emiliano, dà al lettore per seguire una dieta sana e bilanciata e alla fine della lettura troverete anche un capitolo di “pillole di salute”, una serie di cose essenziali da sapere la cui lettura non vi porterà via più di 130 secondi totali.

Non un volume che inneggi alla dieta vegana o vegetariana e nemmeno una fonte di nuove conoscenze per chi mastichi già qualche informazioni in tema di “healthy food”, ma sicuramente per tutti un libro piacevole, ironico e ben fatto, che può rappresentare un buon trampolino di lancio per chi voglia iniziare a saperne di più in fatto di “sana alimentazione”.

Franco Berrino, Michele Emiliano (a cura di Pino Africano)
Processo alla carne: tutto quello che non ci hanno mai detto sul rapporto tra cibo e cancro (e non solo)
Edizioni Sonda
Euro 12,00

Print Friendly
0
Mostra commenti (0)