Tofu di canapa (Hemp-fu): proprietà, come farlo in casa e usi in cucina

Il “tofu” di canapa è adatto agli intolleranti alla soia: dal sapore deciso, ha un apporto proteico tale da aggiudicarsi l’appellativo di superfood.

Tofu di canapa

L’hemp-fu è un prodotto ricavato dalla cagliatura del latte di canapa invece che da quello di soia e per questo viene definito “tofu di canapa”. Anche se i due prodotti hanno un aspetto molto simile sono caratterizzati da proprietà organolettiche molto differenti: il tofu di canapa ha una sapore più marcato rispetto a quello di soia, una consistenza più friabile e una granulosità maggiore, oltre che possedere proprietà nutritive così interessanti da essere considerato un superfood.

Il processo di produzione di questa varietà di tofu, consiste nell’ammollo e nella spremitura a freddo dei semi della canapa sativa, ovvero quella che contiene percentuali di Thc entro i termini di legge; la canapa è una pianta molto versatile della quale oltre i semi, si utilizzano anche foglie e fusto per produrre alimenti, carta, tessuti, tappeti ed essenze aromatiche per la cosmesi.

Proprietà e nutrimenti

Il tofu di canapa è un alimento ricco di nutrienti ed è molto utile soprattutto per l’apporto proteico che garantisce dato che i semi di canapa contengono tutti gli 8 aminoacidi essenziali, con particolari concentrazioni di lisina e metionina (normalmente poco presente nei cereali, negli ortaggi e nei legumi). Questo super tofu ha inoltre elevate concentrazioni di fibre, contiene omega 3 e omega 6 e vitamine, soprattutto del gruppo A, E ed alcune del gruppo B, ha molti sali minerali come magnesio, calcio, acido folico, potassio, zinco e ferro, non contiene glutine e costituisce un ottima alternativa per tutti quelli che sono intolleranti alla soia.

Dove comprarlo

Il tofu di canapa si può trovare sotto forma di panetto o nei negozi fisici biologici ed è facilmente reperibile anche negli shop on-line. Si trovano in commercio anche degli alimenti che usano il tofu ti canapa come ingrediente base, come ad esempio i burger. Una volta acquistato il panetto si può utilizzare per molte ricette sfiziose: come elemento spalmabile in panini e crostini, a cubetti nelle insalate, grattugiato per insaporire i vostri primi piatti, arrostito o fritto in padella come secondo e molto altro ancora. Per i più volenterosi è possibile, e anche facile, preparare il tofu di canapa direttamente a casa propria.

Come preparare il tofu di canapa in casa

Per preparare l’hemp-fu in casa vi serviranno i semi di canapa che potete trovare nei negozi biologici, nei supermercati più forniti oppure on-line.

Il latte di canapa

Come prima bisogna ottenere il latte da far cagliare, quindi prendete 50 g di semi di canapa decorticati e lasciateli in ammollo per 12 ore. Successivamente poneteli in un frullatore con l’aggiunta di 250ml di acqua e frullate il tutto. Successivamente prendete un colino a maglie molto strette o un canovaccio di cotone e filtrate il composto ottenuto, spremendo bene per ottenere il latte (mettete da parte il composto solido dei semi, dal nome “okara”). A questo punto bollite il liquido ottenuto per circa 2 minuti.

Ad un certo punto il composto inizierà a formare dei fiocchi. Quando il composto non formerà più fiocchi nuovi aggiungete il succo del limone per la cagliatura con il fine di separare i fiocchi ottenuti dalla parte liquida, quindi spegnete il fuoco. Fate riposare il comporto ottenuto per qualche minuto. Filtrate nuovamente con il canovaccio per recuperare la parte solida, compattate bene il tofu ricavato dandogli la forma di un panetto aiutandovi con un cestino da ricotta oppure con l’apposito strumento per fare il tofu in casa; lasciate riposare in frigorifero 24 ore e consumate il prodotto entro tre giorni.

L’immagine di copertina è tratta da http://blog.strabuono.it/it/tofu-di-canapa/

Print Friendly

Le altre ricette video

0
Mostra commenti (0)