Curcuma fresca: 7 utilizzi in cucina (e non solo)

La curcuma è una spezia dalle mille virtù benefiche utilizzata nella sua forma essiccata. Vediamo insieme come impiegarla nella variante fresca

Come usare la curcuma fresca

La curcuma – conosciuta anche come “zafferano delle Indie” – è una pianta appartenente alla famiglia delle Zingiberaceae (la stessa di zenzero e cardamomo) la cui radice è da sempre impiegata come spezia e colorante in cucina, ma è anche un elemento essenziale della medicina ayurvedica. Questa spezia è un tesoro dorato e pregiato, ricco di proprietà benefiche per l’organismo. In cucina è impiegata per lo più sotto forma di polvere per aromatizzare le verdure, per insaporire il tofu o nella preparazione di crackers e grissini, ma non molti sanno che anche la curcuma fresca può essere impiegata per insaporire i nostri piatti, sfruttando al meglio le proprietà di questa radice ricchissima di vitamine e minerali. Scopriamo insieme come usare la curcuma fresca in cucina (ma non solo).

Grattugiata, nelle insalate e sulle verdure in padella

insalata

Possiamo trattare la radice di curcuma come se fosse dello zenzero, quindi utilizzarla grattugiata per insaporire insalate e piatti di verdura. Innanzi tutto la radice deve essere lavata e asciugata accuratamente; poi bisogna sbucciarla (o comunque grattare via la parte esterna, più dura) con un coltello o un pela patate e infine si può procedere a grattugiarla o a sminuzzarla con un coltello. Sottolineiamo che, per le sue caratteristiche, la curcuma diventa più facilmente assimilabile se associata a un grasso e al pepe nero: via libera, quindi, a una bella insalata condita con olio extra vergine di oliva e pepe, insaporita da una generosa manciata di curcuma fresca. Per beneficiare di tutte le sue proprietà è meglio consumare la curcuma a crudo, quindi la aggiungeremo alle nostre verdure spadellate solo a cottura ultimata.

Per il Golden milk (o latte d’oro)

Golden Milk Ricetta

Il “Golden milk” (conosciuto anche come “latte d’oro”) è una bevanda a base di curcuma – sia fresca che in polvere – dalle mille proprietà benefiche, che viene consumata ogni giorno per 40 giorni nella medicina ayurvedica come cura per le infiammazioni e per lenire i dolori articolari.
Per prima cosa occorre preparare la pasta di curcuma, che conserveremo già pronta e che utilizzeremo di volta in volta per preparare la nostra bevanda. Ottenere la pasta di curcuma fresca è semplicissimo: basta lavare e sbucciare accuratamente la radice per poi frullarla fino ad ottenere pastella cremosa, che potremo conservare in frigorifero (in un barattolo di vetro ben chiuso) anche per un mese.

Ricetta per il “Golden Milk”:

  • 1 cucchiaio di pasta di curcuma
  • 1 bicchiere di latte vegetale a piacere
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere
  • 1 cucchiaino di olio di mandorle dolci a uso alimentare

Procedimento:
Aggiungete la curcuma, lo zenzero e l’olio di mandorle al latte a temperatura ambiente; scaldate leggermente a fuoco basso, mescolate bene e bevete subito. Volendo è possibile aggiungere anche della cannella in polvere per aromatizzare e – per una versione vegetariana – anche uno o due cucchiai di miele per dolcificare.

Nei centrifugati e nei frullati

14430283996_5bca549aa2_b

La curcuma fresca è ottima anche per dare un tocco in più ai nostri centrifugati e frullati di frutta e verdura. Vediamo insieme due ricette per esaltarne al meglio il gusto e le proprietà:

Frullato di carota, arancia, zenzero e curcuma fresca

Un frullato super vitaminico per fare il pieno di energia in qualsiasi momento della giornata!

Ingredienti per 2 persone:

  • 2 carote
  • 1 arancia (succo)
  • 1 bicchiere di latte di mandorla non zuccherato
  • 1 cucchiaino di olio vegetale a piacere
  • 1 cm di radice di zenzero fresco
  • 1 cm di radice di curcuma fresca
  • succo di mezzo limone

Strumenti:

– frullatore

Procedimento:
Lavate accuratamente le carote e sbucciatele (potete omettere questo passaggio se sono biologiche). Tagliatele a piccoli pezzi e inseritele nel frullatore insieme al succo dell’arancia (che avrete precedentemente spremuto) e al latte di mandorla. Frullate per qualche secondo, per iniziare a tritare le carote. A questo punto lavate e sbucciate lo zenzero e la curcuma e inseriteli nel frullatore insieme al succo di limone e all’olio. Frullate ancora per un paio di minuti e servite fresco.

Centrifugato di ananas, carote e curcuma fresca

Cercate un centrifugato gustoso, antinfiammatorio e digestivo? Ecco a voi una ricetta facile e veloce, perfetta per iniziare la giornata con il giusto apporto di vitamine e sali minerali.

Ingredienti per 2 persone:

  • 1 ananas piccolo
  • 4 carote (meglio se biologiche)
  • un pezzo di radice di curcuma
  • succo di mezzo limone
  • 2 cucchiai di succo d’agave (facoltativo)
  • una macinata di pepe nero

Strumenti: centrifuga

Procedimento:
Sbucciate l’ananas e tagliatelo a fette; lavate le carote e inseritele nella centrifuga insieme all’ananas e al succo di limone. Lavate e sbucciate la curcuma, che inserirete nella centrifuga insieme all’ananas e alle carote. Fate fare qualche giro fino a quando il succo ottenuto non sarà ben amalgamato. A questo punto aggiungete l’agave per dolcificare e il pepe nero; servite subito.

Nelle tisane

cosmetici-tonico-the_img_7183-ph_1024
La curcuma fresca è ottima anche per fare degli ottimi tè e tisane in casa. Potete preparare semplicemente un infuso di curcuma fresca portando a ebollizione un pentolino di acqua in cui lascerete in infusione la curcuma per una decina di minuti, oppure aggiungerla al vostro mix preferito di foglie di tè per un tocco di sapore in più.

Al posto dello zafferano

food-large
Sembra incredibile, ma molte ricette suggeriscono di sostituire il costoso zafferano con della radice di curcuma fresca per ottenere un piatto coloratissimo e speziato. Non per niente la curcuma è lo “zafferano delle Indie”!

Come colorante per i tessuti

yarn-wool-cords-colorful-67613-large
Tingere i tessuti in modo ecologico è molto facile se si ha a disposizione della curcuma fresca: per ottenere un bel colore giallo intenso sui nostri abiti è sufficiente immergerli per qualche ora in una pentola d’acqua in cui sia stata fatta bollire per una decina di minuti della radice di curcuma fresca, precedentemente sminuzzata.

Come rimedio di bellezza

Curcuma cosmesi

Lavarsi i denti con della curcuma fresca può sembrare assurdo e invece si tratta di uno dei metodi più efficaci per ottenere un sorriso bianco e luminoso! È sufficiente, una volta a settimana, strofinare un pezzo di questa benefica radice sui denti per un paio di minuti e poi spazzolarli accuratamente con l’abituale dentifricio per smacchiarli e renderli più bianchi. Ricordatevi di utilizzare questo metodo la sera prima di andare a dormire perché sui denti rimarrà un leggero alone giallo che, però, scompare entro poche ore.

Curcuma fresca: proprietà

Alla curcuma fresca sono riconosciute proprietà antinfiammatorie e depurative, ma anche spiccate virtù antiossidanti. In particolare, la radice di curcuma viene utilizzata per alleviare problemi dell’apparato digerente tra i quali coliti, gonfiori, nausea e dissenteria. La curcuma fresca è inoltre in grado di abbassare i livelli di colesterolo nel sangue, contribuendo contemporaneamente a migliorare la circolazione sanguigna. Questa radice, se assunta con regolarità, è anche in grado di aiutare l’organismo a espellere più facilmente le tossine.

Dove comprare la curcuma fresca

Se la curcuma in polvere è ormai reperibile in quasi tutti i supermercati e nei negozi etnici, potremmo avere un po’ più di difficoltà nello scovare la curcuma fresca; ma, cercando bene, possiamo trovarla online e nei negozi biologici più forniti a un prezzo che si aggira intorno ai 2 euro per 50 g.

Conservazione

È importante sottolineare che la curcuma fresca ha dei tempi di conservazione piuttosto brevi: pur mantenendo a lungo il suo colore aranciato, infatti, questa radice perde presto il suo aroma caratteristico; è bene, quindi, acquistarne poca alla volta, conservarla in frigorifero in un contenitore ermetico e consumarla entro pochi giorni.

Print Friendly
0
Mostra commenti (0)