Avocado, come si mangia: la guida

Alla scoperta dei segreti dell’avocado, dall’acquisto alla tavola!

avocado

C’è chi lo ama e chi lo odia: è l’avocado, un frutto dalla polpa gustosa e cremosa che si presta a un sacco di impieghi. Ecco una piccola guida su come riconoscere l’avocado da comprare, come utilizzarlo in cucina e come conservarlo.

Quale scegliere

Sebbene esista un’importante coltivazione di avocado in Sicilia, in generale gli avocado sono frutti poco conosciuti in Italia, quindi sono molto costosi e spesso è difficile trovarne di buona qualità. Sapere quindi quando il frutto è maturo e può essere consumato al meglio è molto importante.
Prima di acquistarlo, esercitate una lieve pressione con il pollice sulla superficie del frutto:

  • se è duro come un sasso e ancora acerbo bisogna farlo maturare alcuni giorni;
  • se la buccia cede senza lasciare alcun solco, è pronto per essere mangiato;
  • se la buccia lascia un piccolo solco dopo essere stata premuta, l’avocado è troppo maturo per essere mangiato a fette, ma va ancora bene per essere ridotto in crema;
  • se la buccia lascia un solco profondo, è troppo maturo e non va acquistato.

Come sbucciare l’avocado

Per sbucciare un avocado maturo, prendete un coltello affilato e tagliate il frutto per tutta la sua lunghezza, come se fosse una mela. Occorre fare attenzione poiché il grosso nocciolo non si taglia e quindi non è possibile affettarlo da parte a parte ma occorre girarci intorno con il coltello. Dopodiché, afferrate le due metà del frutto e ruotatele dolcemente in senso opposto. Una volta tolto il nocciolo, estraete la polpa con un cucchiaino o con un coltello, a seconda di quanto è maturo il frutto.

Come conservarlo

L’avocado va consumato quando è leggermente morbido alla pressione delle dita e marrone vicino al peduncolo; può essere colto anche se ancora acerbo perché continua a maturare anche se staccato dall’albero, ma non in frigorifero! Gli avocado ancora acerbi vanno fatti maturare per 3-6 giorni a temperatura ambiente; per accelerare il processo si possono mettere in un sacchetto di carta insieme a un pomodoro. Gli avocado maturi, al contrario, si possono mantenere uno o due giorni in frigorifero.

Consigli 

Prima di portare in tavola gustose ricette a base di avocado è bene sapere che, quando viene cotto, può diventare amaro ed perciò è consigliabile consumarlo crudo, aggiungendolo alle pietanze appena prima di portarle in tavola, non durante la preparazione. Inoltre, poiché diventa facilmente scuro a contatto con l’aria, conviene prepararlo all’ultimo momento, spruzzandolo con succo di limone per evitare l’ossidazione.

Avocado e animali 

Le foglie, la corteccia, i frutti e i semi dell’avocado possono essere dannosi per diversi animali come gatti, cani, bovini, capre, ma anche conigli, ratti, cavie, uccelli, pesci e cavalli :se li ingeriscono, possono subire gravi danni (o addirittura morire) per via di un acido grasso tossico, chiamato persina, innocuo per gli umani, ma fatale per gli animali. Per questo, se avete intenzione di far crescere una pianta di avocado in giardino e avete un animale domestico, attenzione a tenerlo ben a distanza!

Ora che sapete tutto ciò che c’è da sapere sull’avocado e il suo utilizzo, potete dare sfogo alla fantasia culinaria, con tante gustosissime ricette vegan dolci e salate con l’avocado!

Serena Porchera

SalvaSalvaSalvaSalva

Print Friendly

Le altre ricette video

0
Mostra commenti (0)