Tè freddo: ecco come si prepara!

te-freddo-4772-650Il tè non è solo una bevanda, è un momento di tempo e di spazio tutto per noi, per questo possiamo imparare a condividerlo e assaporarlo al meglio anche nelle stagioni più calde. Per farlo, però, è necessario provare ad uscire dai soliti schemi e avvicinarci alla conoscenza del tè freddo abbandonando alcuni pregiudizi.

Provate ad andare oltre le classiche immagini di brocche ghiacciate grondanti e lattine stillanti, provate a pensare che con le alte temperature, è più dissetante (inteso in termini benefici per l’organismo) una bevanda calda. Il calore, infatti, funge da termoregolatore ed esistono miscele che ben si adattano a sprigionare tutte le loro proprietà organolettiche e tutti i loro aromi a basse temperature di infusione (75°/80°).

Possiamo raggruppare le miscele di cui sopra in tre tipologie:

  • Tè Bianco
  • Tè Verde alla Menta
  • Tè Verdi Giapponesi: parliamo dei tè verdi raccolti in primavera (ichiban-cha) il cui sentore ricorda l’erba appena tagliata e dal bouquet floreale

Vediamo come si possono preparare. Il tè tiepido, viene realizzato lasciando in infusione per 4 minuti, a una temperatura di 80°, 20 g di tè per 2 l di acqua. Lasciato intiepidire viene poi messo in frigorifero per circa un’ore a mezza.

Il tè freddo, invece, viene creato con un’infusione a freddo, ossia con acqua a temperatura ambiente, e lasciato riposare per qualche ora in frigorifero. Se utilizzate un tè verde saranno sufficienti 2/3 ore di riposo in frigorifero, per un tè nero, invece, ci vorranno dalle 4 alle 5 ore. Con un’infusione così lunga si finisce con l’estrarre sì, tutti gli antiossidanti presenti nel tè, ma anche tutta la caffeina. E’ possibile aggirare il problema raddoppiando la quantità di tè e diminuendo il tempo di infusione.

Il tè freddo può essere preparato anche in un terzo modo: usando il ghiaccio. In questo caso si preparerà un tè caldo molto concentrato. Prendete 20 g di tè (un suggerimento: vengono bene freddi i tè poco tannici, come gli Oolong o i tè fruttati o con spezie molto dolci come cannella, vaniglia, zenzero, anice stellato), 1 l di acqua calda, 1 kg di ghiaccio. Mentre il tè è in infusione mettete il ghiaccio in una bacinella su cui verserete il tè senza mescolarlo per evitare di intorbidirlo. Potrete conservarlo in frigo per alcuni giorni.

Simona Ferrari

Per le indicazioni e gli assaggi ringraziamo La Teiera Eclettica

 

Insieme

Abbonarsi a Vegolosi MAG, la nostra rivista mensile digitale, ti permetterà di goderti ricette inedite, contenuti giornalistici di alta qualità e al tempo stesso sostenere Vegolosi.it e il lavoro facciamo ogni giorno per permettere a sempre più persone di acquisire maggiore consapevolezzaSe vuoi, puoi farlo da qui.

***

Non ora ma ricordamelo!

Inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica qui sotto e ti invieremo un massimo di due email, nei prossimi 30 giorni.

Print Friendly
0