Stella McCartney: nuova linea vegan al maschile

Presto Sir Paul McCartney potrà indossare i vestiti della sua stilista preferita: sua figlia

stella-mccarteney-

Collezione uomo primavera-estate 2017: sulle passerelle inglesi e non solo, potremmo ammirare una linea uomo totalmente veg ideata dalla stilista Stella McCartney.

Dopo ben 15 sfilate dedicate alla sfera femminile, la stilista, famosa per aver deciso di non utilizzare materiali di origine animale, debutterà per la prima volta con una linea di vestiti vegan interamente dedicata agli uomini: tagli sartoriali, linee morbide e capi che uniscono al glamour la portabilità e il comfort.

Stella-McCartney-collezione-abbigliamento-primavera-estate-2012-1Tempo fa la McCartney, vegana convinta, prese una posizione contro la pelliccia e la pelle creando pezzi, diventati delle icone di stile, utilizzando materiali alternativi, come ad esempio le miscele acriliche e il poliestere, portando il marchio ad incontrare quella fetta di società responsabile, onesta e moderna rispettosa dell’ambiente e degli animali.

Questa innovazione nel campo maschile vegan non è del tutto inaspettata, infatti è una specie di ritorno alle origini che hanno formato e consolidato le capacità sartoriali della stilista sotto la tutela di Sir Edward Sexton, sarto del padre Paul e dei Beatles, inventore della “edgy classic”, termine che identifica un vestiario classico ma con un tocco di originalità capace di rendere tutto sensuale ed elegante.

La nuova linea maschile, che verrà presentata nel giugno 2017, confermerà a gran voce la scelta presa anni fa dalla stessa McCartney, di promuovere un consumo più consapevole che si allontani definitivamente dalla crudeltà inflitta agli animali nel campo della moda.

Insieme

Abbonarsi a Vegolosi MAG, la nostra rivista mensile digitale, ti permetterà di goderti ricette inedite, contenuti giornalistici di alta qualità e al tempo stesso sostenere Vegolosi.it e il lavoro facciamo ogni giorno per permettere a sempre più persone di acquisire maggiore consapevolezzaSe vuoi, puoi farlo da qui.

***

Non ora ma ricordamelo!

Inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica qui sotto e ti invieremo un massimo di due email, nei prossimi 30 giorni.

Print Friendly
0