Red Canzian vegano: “Agli onnivori dedico ‘Io ti aspetterò'”

Red Canzian vegano

Appena finirete di leggere questo articolo e di ascoltare questa intervista verrete colti da un’irrefrenabile voglia di cantare “Tanta voglia di lei”, “Piccola Katy” e “Dammi solo un minuto”. Possiamo capirvi: i Pooh fanno parte della cultura italiana, i loro quasi 50 anni di carriera li rendono il gruppo più longevo della musica del nostro paese ma forse anche del mondo. I loro brani hanno accompagnato tante generazioni, e chissà quanti matrimoni sono stati celebrati e quanti bambini sono nati sulle note di Roby Facchinetti, Dodi Battaglia, Red Canzian e Stefano D’Orazio. Vegolosi.it partecipa con gioia al vostro karaoke ma ne approfitta per farvi conoscere anche un lato più personale di Red, che nel gruppo di “Uomini soli” suona basso, chitarra, flauto dolce, violoncello e contrabbasso elettrico.

Red fa parte dei Pooh dal 1973, da quando – racconta la leggenda – sostenne il provino nella lavanderia di un hotel di Roncobilaccio. Provino superato senza intoppi, gli altri tre lo accolsero subito notando il suo indubbio talento. Oggi Red ha 63 anni, il talento è immutato, la grinta è ancora tanta. E la riversa anche ai nostri microfoni, a cui racconta la sua vita da vegano. «Vent’anni fa ho smesso di mangiare la carne e i suoi derivati, mentre sette anni fa sono diventato definitivamente vegano», ricorda. «È stato un percorso di crescita», compiuta inizialmente per motivi salutistici e poi per ragioni etiche «perché non me la sentivo più di togliere la vita a un animale per il mio nutrimento». I motivi salutistici che lo hanno spinto a eliminare la carne dalla sua tavola poi non hanno deluso le aspettative: «Avevo smesso perché l’acido urico contenuto nella carne provocava in me dei calcoli renali, calcoli che sono difficili da individuare per i medici: stavo malissimo, avevo tantissime coliche. Da allora non ho più avuto problemi».

La decisione è stata condivisa in famiglia: «Mia figlia Chiara (anche lei cantante e musicista, ndr), dopo aver visto un video che ho fatto con Paul McCartney per la PETA che mostra quello che accade negli allevamenti, ha detto “io da oggi non mangio più animali” ed è diventata vegetariana. Mia moglie – prosegue – quando è con me è vegana, quando è solo con i ragazzi mangia qualcos’altro. Mio figlio Phil, invece, è onnivoro». La dimostrazione che alla base di tutto deve esserci sempre rispetto reciproco, perché «lo scontro porta divisione e non porta a nulla di buono».

«Io ammetto di essere un vegano imperfetto – spiega – chissà quanti errori faccio, ma di sicuro mi impegno per farne pochi. Io credo che se tutti facessero qualcosa, il mondo migliorerebbe velocemente». E quando Red ci racconta che anche gli altri membri dei Pooh, pur non essendo vegetariani, riconoscono di stare meglio quando mangiano alimenti tipici della dieta del Canzian, la domanda ci sorge automatica: quale canzone dedicherebbe a chi decide di non mangiare più alimenti di origine animali? La sua risposta la potete ascoltare nell’intervista, con tanto di spiegazione del perché dalla viva voce di Red. Bene, ora siamo pronti per partire col karaoke: “Tanta voglia di lei” o “Pensiero”?

Intervista a cura di Domenico D’Alessandro

Print Friendly
0