Latte vegetale: il vegan trascina il mercato, + 16%

Uno studio americano dimostra come da qui al 2024 sia destinato a crescere in maniera esponenziale il mercato internazionale dei prodotti dairy-free

Latte vegetale mercato in crescita

È destinato a crescere in maniera esponenziale il mercato internazionale dei prodotti alternativi al latte vaccino e ai suoi derivati. Dopo i recenti dati diffusi da Euromonitor, che hanno stimato una crescita annua costante a livello mondiale del 5 per cento del business legato ai prodotti vegan da qui al 2020, la conferma arriva ora anche da un recente studio diffuso dalla società di analisi americana Grand View Research. Secondo la ricerca il mercato dei prodotti dairy-free si attestava nel 2015 intorno agli 8,8 miliardi di dollari, ma sarebbe destinato a crescere del 16,6 per cento entro il 2024 arrivando a quota 35 miliardi.

Le motivazioni

A spingere l’incremento soprattutto l’aumento delle intolleranze alimentari, ma non solo. “Ci si aspetta una crescita legata all’importante aumento della consapevolezza dei consumatori legata ai benefici sulla salute collegati al consumo di questo genere di prodotti rispetto a quelli a base di latte vaccino. Uno dei fattori chiave – si legge nel report – è l’aumento delle allergie al lattosio. Anche i cambiamenti delle abitudini alimentari dei consumatori a favore dell’alimentazione vegana si ritiene potranno avere un impatto positivo sulla crescita di questo mercato”.

I prodotti

Latte, yogurt, formaggi, gelati: lo sviluppo dell’industria riguarda diversi generi di prodotto a base vegetale. In cima alla classifica c’è il latte di soia, che nel 2015 ha rappresentato più del 40 per cento delle vendite del mercato dei prodotti alternativi al latte vaccino. Ma è il latte di mandorle quello dal quale ci si aspetta la crescita maggiore entro il 2024 (circa il 18 per cento, secondo lo studio americano) in ragione dell’alto contenuto di proteine, fibre e lipidi, oltre che delle caratteristiche legate al gusto di questa bevanda vegetale. Segue il latte di riso, il cui impiego è previsto in aumento soprattutto da parte dell’industria dolciaria.

I mercati

Nel 2015 sono stati i Paesi asiatici i principali consumatori dei prodotti vegetali alternativi al latte vaccino con oltre il 40 per cento del mercato mondiale. In prospettiva, però, è l‘Europa il continente dal quale è attesa la performance migliore (+ 10 per cento entro il 2024). “La sempre maggior popolarità dei prodotti a base vegetale insieme all’aumento della richiesta di quelli privi di colesterolo da parte dei consumatori europei è destinata ad avere un impatto positivo. A trainare il mercato – si legge ancora nel report – sarà l’aumento della domanda di gelati e yogurt vegetali soprattutto in Gran Bretagna e Germania”.

Latte vegetale: quale scegliere?

Print Friendly
0