Storie

Storia di Cholita, dall’inferno del circo alla foresta amazzonica

Dopo 25 anni passati in cattività finalmente l’orsa Cholita torna alla libertà: senza più pelliccia e artigli ma con tanta voglia di vivere

cholita orso

Cholita è un’orsa di 25 anni che ha vissuto gran parte della sua vita in un circo peruviano. La sua gabbia era minuscola e le sue giornate costellate di violenze e sopraffazioni. Non ha più le dita dei piedi, ma solo dei moncherini, per evitare che ferisse i suoi addestratori con gli artigli e anche i denti sono rotti. Cosa questa piuttosto comune tra i predatori tenuti in cattività che spesso si consumano o perdono i denti cercando disperatamente di aprire le sbarre delle gabbie, o vengono puniti perché “si comportano male” proprio con l’estrazione dei denti.

Dopo che è stata liberata circa 10 anni fa è finita in uno zoo in attesa che le venisse trovata una vera casa. Quando Jan Creamer, presidente di ADI (Animal Defenders International), è involontariamente incappato nella storia di Cholita, subito si è mobilitato, in collaborazione con i gestori dello zoo, per trovare alla fragile orsa, una casa nella natura vigilando sulla sua libertà in modo che non corra mai più pericoli.

cholita orsoQuando Cholita è finalmente tornata a vivere libera dopo aver vissuto tutta l’esistenza in cattività, come mostrato dai video realizzati in occasione del suo rilascio, il forte stress le ha causato una grave alopecia lasciandola completamente nuda. Nonostante le ovvie resistenze iniziali, Cholita ha pian piano preso confidenza con i suoi salvatori e quando ha capito che la sua vita stava per cambiare per sempre nel centro di recupero Operation Spirit of Freedom vicino Lima, l’entusiasmo e l’impazienza hanno prevalso sulla paura e la diffidenza.

Cholita è stata sottoposta a visite veterinarie, a una dieta naturale fatta anche di frutta fresca, a sedute terapeutiche in un’apposita piscina e si è divertita con i giocattoli messi a disposizione dai volontari. Ora vive da un anno nella giungla amazzonica (nella riserva ecologica Taricaya), finalmente libera di correre in ettari e ettari di natura incontaminata, lontana dall’uomo.

cholita orso“E’ una gioia assoluta vedere Cholita esplorare e apprezzare felice la sua nuova casa” ha detto il responsabile Jan Creamer, “ora può godere della vista e del suono della foresta, da cui era stata strappata appena nata. Ringraziamo tutti quelli che hanno contribuito a questo salvataggio”. Cholita ora può beneficiare anche della vicinanza di due compagni di gioco, Lucho e Sabina, anche loro ex orsi da circo salvati da una non-vita. Un’amicizia importantissima se si pensa che l’orsa non ha più avuto rapporti con i suoi simili da quando è stata strappata alla madre.

Autore

Serena Porchera

Redattrice e videomaker di Vegolosi.it

Sito web Tutti i post

Ti interessano contenuti come questo?

Ricevi via mail il meglio della settimana di Vegolosi.it