Vegolosi.it nelle scuole: ecco come è andata al Liceo artistico Frattini a Varese

L’iniziativa, nata grazie alle richieste di una professoressa piena di entusiasmo, ha portato la nostra redazione davanti a più di cento ragazzi per parlare di stili di vita sostenibili

Vegolosi-scuole-licei

Un’esperienza nuova ma che andava fatta e che, speriamo davvero, sarà possibile ripetere in tante altre scuole del paese. La redazione di Vegolosi.it per la prima volta ha portato il tema degli stili di vita sostenibili e dell’alimentazione 100% vegetale all’interno delle scuole. Il battesimo è avvenuto con le classi terze e quarte del Liceo Artistico Frattini di Varese.

Un centinaio di ragazzi, in due turni, hanno avuto modo di ascoltare e chiacchierare con la redazione del nostro magazine sul tema del “Meno-Waste” e sul tema dell’alimentazione vegana: temi non di certo scontati e semplici per un pubblico che ha sempre più a cuore il tema dell’ambiente, anche grazie ai movimenti di protesta pacifica portati in auge da Greta Thunberg e dai Fridays for Future.

Vegolosi-nelle-scuole

Il direttore del magazine, Federica Giordani, durante la chiacchierata incontra dedicata al tema del Meno-Waste e degli stili di vita vegan

“Siamo certi che questa sia la fascia di pubblico migliore – spiega Federica Giordani, direttore e fondatrice del giornale on line nato 8 anni fa – i ragazzi di questa età hanno una caratteristica fondamentale ossia l’energia pura di credere in ideali e battaglie da compiere senza guardarsi indietro. Se non sentiranno loro l’urgenza di agire e di cambiare le proprie abitudini, anche a piccoli passi, allora davvero ci sarà puzza di fallimento per tutti“.

Il primo ringraziamento va alla professoressa Francesca Misiano che ha contattato la nostra redazione per avviare un perfetto scambio sinergico al fine di portare temi come questi in una scuola e poi alla professoressa Paola Ulivieri che ha organizzato l’incontro con i ragazzi. Il tema dello zero waste, delle buona pratiche quotidiane nonché delle conseguenze delle nostre scelte, anche a tavola, sono state al centro della conferenza-incontro. “Abbiamo notato una buona attenzione da parte dei ragazzi – spiega sempre Giordani – è incoraggiante ma è importante riuscire a mantenere viva l’attenzione sui temi e non farsi fermare da pregiudizi e paure: noi parliamo di “connessione-azione” ed è la cosa migliore che possiamo fare per trattare questi argomenti”.

“Conn-action: che cosa è la “connessione-azione”

Informare, conoscere, capire, fare la connessione e agire: questi sono i fulcri attorno ai quali ruota la conferenza-incontro organizzata dal nostro giornale e dedicata alle scuole. Attraverso immagini, parole e informazioni pratiche, i ragazzi possono assorbire concetti e imparare che è facilissimo cambiare le proprie abitudini e anche quelle della propria famiglia, un passo alla volta, per produrre meno rifiuti e mangiare in modo più consapevole. Se si conosce, è facile poter comprendere e fare la connessione con quello che ci circonda, smettendola di pensare che “tanto non serve a niente” o che spazzatura, inquinamento, alimentazione, allevamenti e crisi climatica siano capitoli di libri diversi: così non è. Tutto è connesso e le singole volontà di ognuno possono fare moltissimo, anche solo aprendo la propria mente a nuove informazioni e stili di vita.

Vegolosi nelle scuole: come?

Il nostro progetto è quello di offrire questa opportunità di incontro a tutte le scuole secondarie di secondo grado che ne faranno richiesta: abbiamo la certezza che in tutto il nostro paese ci sono centinaia di insegnanti sensibili a questi temi e che hanno voglia di fare con noi informazione vera. Noi contiamo su di voi per poter confrontarci con i ragazzi perché sono loro che potranno generare nuova consapevolezza e un nuovo mondo.

Come contattarci? Facilissimo, basta scrivere una mail alla nostra redazione ([email protected]) con oggetto “Vegolosi progetto scuole” e ci metteremo in contatto con voi! 

Print Friendly
0