Sushi veg: arriva il tomato sushi

Dopo il frushi (il sushi alla frutta), arriva il tomato sushi, a base di pomodoro, che si propone come alternativa cruelty free al sushi di tonno. L’ideatore è James Corwell, uno dei migliori chef d’America, che ha deciso di proporre un sushi veg più sano, ma soprattutto più sostenibile. L’obiettivo è presto detto: mangiare sushi senza crudeltà e senza rinunciare al gusto.

Sono solo 6 gli ingredienti, tutti rigorosamente naturali, che compongono il sushi di pomodoro, ma il vero segreto è il metodo di cottura, che rende il pomodoro carnoso e con una consistenza simile al tonno. I pomodori vengono cotti sottovuoto in una salsa di tamari, soia, aceto, erbe e spezie per poi essere avvolto con alghe e riso. Si ottiene così un prodotto privo di mercurio e sostanze chimiche tossiche, ma ricco di licopene, potassio, flavonoidi e vitamine A, C ed E: un concentrato di nutrienti salutari per la nostra salute.

GUARDA LA GALLERY

Abbiamo bisogno di alternative gustose al pesce, non del solito sushi vegetariano fatto con cetrioli o avocado – ha dichiarato lo chef – sia per scongiurare l’estinzione di alcune specie marine, sia per abituarci a quello che sará il futuro del pianeta: un’alimentazione basata sulle proteine vegetali.”

Chi ha provato questo nuova versione ha dichiarato di aver fatto fatica a distinguere il sushi di pomodoro da quello di tonno. In ogni caso, Corwell promette che “Il tomato sushi soddisferà tutti i palati: vegani, vegetariani, bambini e amanti del pesce”.  In rete un po’ di polemica si è già creata fra chi sostiene che non sia affatto necessario vole “imitare a tutti i costi” gusti, consistenze ed aspetto dei piatti a base di carne e pesce.  Intanto Corwell è giá al lavoro per produrre il melanzana unagi come alternativa all’anguilla…

Immagini tratte da http://www.tomatosushi.com

Print Friendly
0