Pelle di serpente e coccodrillo: il lusso crudele

PETA Asia, in collaborazione con un negozio di Bangkok, ha provato un esperimento shock per sensibilizzare su un tema atroce ma troppo spesso ignorato.

pelli serpenti coccodrilli

Borse e vestiti fatti di cuori che battono. Letteralmente. E’ l’idea shock di Peta Asia presentata al The Leather Work, negozio di lusso del frequentatissimo centro commerciale CentralWorld di Bangkok per mostrare il commercio di pelle di serpente e coccodrillo.

Il messaggio

Con questa iniziativa, ai consumatori è stata sbattuta in faccia la verità, così, senza riserve: una verità fatta di atroci sofferenze troppo spesso celate dietro ogni borsa, cintura, giacca, guanti o scarpe che acquistiamo, realizzati con pelli di animali esotici.

Il negozio ha quindi beffato i suoi clienti presentando prodotti apparentemente ‘normali’ all’aspetto, in attesa che esaminassero l’interno. Poi la verità, una verità che batte: cuori vivi di serpenti e coccodrilli o l’intestino di un alligatore che si contrae ed espande. Dalle scarpe e dai guanti, invece, sgorga sangue (naturalmente finto).

L’industria asiatica delle pelli esotiche

Ogni anno in Indonesia milioni di serpenti, lucertole e altri rettili vengono torturati e uccisi per le loro pelli. I metodi dei massacri sono i più disparati per efferatezza e velocità: il tutto solo per alimentare senza sosta il mercato della moda di lusso. Un consiglio che è anche speranza: comprare prodotti cruelty-free.

Yuri Benaglio 

Insieme

Abbonarsi a Vegolosi MAG, la nostra rivista mensile digitale, ti permetterà di goderti ricette inedite, contenuti giornalistici di alta qualità e al tempo stesso sostenere Vegolosi.it e il lavoro facciamo ogni giorno per permettere a sempre più persone di acquisire maggiore consapevolezzaSe vuoi, puoi farlo da qui.

***

Non ora ma ricordamelo!

Inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica qui sotto e ti invieremo un massimo di due email, nei prossimi 30 giorni.

Print Friendly
0