Francia: maltrattare gli animali sarà reato penale

Dopo la diffusione del video di violenze nel macello di Mauléon-Licharre, il ministro dell’Agricoltura francese annuncia un pacchetto di misure volte al benessere animale

macello francia mauleon licharre

Maltrattare gli animali sarà reato inserito nel Codice penale e – quindi – punibile con sanzioni penali. E’ quanto ha annunciato nella giornata di martedì 5 aprile, il ministro dell’Agricoltura francese Stéphane Le Foll, che ha illustrato in un’affollata conferenza stampa un pacchetto di misure volte a combattere i maltrattamenti sugli animali. E’ la risposta – immediata – al video choc diffuso nelle scorse ore dall’associazione animalista L214 sull’allevamento di Mauléon-Licharre, che ha provocato polemiche a non finire Oltralpe.

Venti misure

Il ministro ha annunciato una ventina di misure mirate a garantire il benessere degli animali da compagnia e degli allevamenti. Tra le altre, una figura di riferimento con formazione ad hoc in ciascun macello, la creazione di uno status giuridico speciale per coloro che denunciano gli stabilimenti dove lavorano segnalando atti di maltrattamento e la nascita di un centro nazionale di riferimento per il benessere degli animali. Le Foll ha anche invitato ad un’assunzione di responsabilità i gestori dei macelli, definiti dal ministro “gli altri tasselli della catena”.

Pulcini

Il piano prevede anche un sostegno pubblico di circa 4,3 milioni di euro per lo sviluppo di un metodo, per ora sperimentale, grazie a cui individuare il sesso dei pulcini già a livello embrionale: in tal modo, si vuole salvaguardare il futuro dei pulcini maschi, eliminati perché non interessanti per l’industria. Selezionare le uova da far schiudere (e non far covare le altre) dovrebbe evitare la nascita di migliaia di esemplari maschi destinati ad una morte immediata e violenta.

Yuri Benaglio

Video del mattatoio francese, ma in Italia?

Print Friendly
0