Asilo vegano: il primo a Milano

Arredi bio-ecologici, pannolini lavabili, detersivi fatti in casa, materiali poveri e oggetti di recupero anziché giocattoli già “fatti”: l’educazione vegan dell’asilo Naturà

asilo naturà

Da un’idea dell’Associazione di solidarietà famigliare Kune e di alcune giovani famiglie nasce a novembre 2015 a Milano, nel cuore di Città Studi, il Nido Famiglia Naturà. Si tratta di una struttura che ha fatto dell’attenzione alle tematiche ambientali e della sensibilizzazione dei bambini verso il risparmio energetico e il rispetto per la natura. Questo perché i bambini sono molto più sensibili degli adulti e in grado di capire che anche i loro piccoli gesti quotidiani fanno la differenza. Federica, fondatrice e direttrice del nido, ci ha dato alcuni chiarimenti su come funziona e come si cresce nel suo asilo.

“Nido vegano”: che cosa significa?

Si tratta di un nido famiglia privato che può accogliere fino a 5 bambini dai 3 mesi ai 3 anni ma che si differenzia dalle altre proposte sul territorio per il suo programma educativo e per la proposta di una vera e propria educazione secondo natura. Infatti il cuore del progetto, e vero e proprio laboratorio creativo in cui realizzare pietanze sempre nuove e gustose, è la cucina del nido dove giornalmente si preparano i pasti. Il nido famiglia Naturà, seguito da un nutrizionista esperto di alimentazione vegana, ha scelto di proporre ai bambini una cucina vegana perché si può educare al gusto ed essere sostenibili nel rispetto per la natura, per gli animali e per il mondo che ci circonda.

Chi cucina per loro?

Mi occupo personalmente di preparare i pasti utilizzando frutta e verdura biologica di stagione che proviene dall’orto ligure dei miei genitori. Il menù è settimanale e lo preparo sempre io, viene poi controllato dal nostro esperto nutrizionista vegano.

Quali dubbi vengono avanzati dai genitori che portano i loro figli al nido?

La proposta di una dieta diversa, almeno nei pasti che i bimbi fanno al nido, può essere condivisa anche dalle famiglie che vegane o vegetariane non sono, ma che vogliono proporre ai propri bimbi menù colorati e fantasiosi ed imparare qualcosa di nuovo per contribuire al benessere del nostro pianeta.

In che modo il gioco e l’apprendimento in Naturà agevolano la formazione di una coscienza ecologica rispetto agli altri asili?

Il nostro progetto educativo ha come finalità principale l’attenzione alle tematiche ambientali, l’educazione dei più piccoli all’ecologia e al rispetto per la natura e gli animali. Gli strumenti educativi principali utilizzati a tal scopo sono il riciclo creativo e la raccolta differenziata, l’uso di pannolini lavabili, gli arredi bio-ecologici privi di sostanze tossiche, i giochi di legno e fai da te fatti di materiali di recupero, i detergenti di origine naturale e biologica per l’igiene personale e la pulizia delle struttura.

Tu sei vegana?

Sono vegana da quasi un anno, prima ero vegetariana, poi conoscendo amici vegani ho fatto “il passo successivo”.

Come ti regolerai in futuro per crescere i tuoi figli?

Non sono ancora mamma, sicuramente quando lo diventerò mi documenterò il più possibile.

Li porterai in un asilo come Naturà?

Porterei i miei figli in un asilo simile a Naturà perché non è mai troppo presto per insegnare ai bimbi l’ecologia e il rispetto per la natura e perché i piccoli gesti quotidiani contano e a noi è la grande responsabilità di crescere gli adulti di domani.

Print Friendly
0