Il “prosciutto” di cocomero lo ha inventato lo chef Will Horowitz

Una lavorazione tutta particolare e frutto di studi ed esperimenti, ha portato alla nascita di un piatto particolare che non vuole imitare la carne bensì dare opzioni a vegani e vegetariani.

No, lo chef Will Horowitz non è certamente vegano e nemmeno lontanamente vegetariano, però non si può certamente dire che non sperimenti in cucina o che sia legato indissolubilmente alla tradizione. E’ proprio lui ad aver inventato, presso la cucina del suo ristorante Ducks Eatry a New York, il “prosciutto di cocomero”, una ricetta molto particolare e amatissima, che prevede una lavorazione davvero speciale di questo frutto.

Ma come si fa il prosciutto di cocomero?

Lo chef ha spiegato in alcune interviste: “Volevamo alcune opzioni in più vegetariane e vegane e così abbiamo fatto all afrutta quello che da migliaia di anni si fa alla carne con le tecniche legate al bbq, sembra strano ma in verità la tecnica è davvero tradizionale”. L’aspetto della ricetta è decisamente ingannevole, almeno fino a che non si procede con il taglio a fette spesse; il prosciutto a base di anguria, è una delle specialità che Horowitz ha voluto introdurre nella sua cucina dopo aver sperimentato molto, soprattutto i processi di affumicatura e marinatura. Il frutto, come ha spiegato lo chef, viene trattato esattamente come fosse un pezzo di carne: si sbuccia ogni cocomero con cura e lo si lascia marinare per quattro giorni in una combinazione di coriandolo, origano, sale e cenere di legno di rovere prima di affumicarlo per otto ore.

E’ proprio la presenza della cenere a generare quell’aspetto coriaceo della superficie esterna del cocomero, una volta cotto. Pare che le prenotazioni per poter assaggiare questa pietanza presso il ristorante specializzato in piatti affumicati siano complete fino a novembre e che il prezzo della leccornia sia di 75 dollari ( per una porzione da 4/5 persone). Il sapore viene descritto come lontano da quello della carne (per fortuna) e lo stesso Horowitz racconta: “La cosa bella è che è sempre cocomero ma con note salate, succose e speziate”. Il grande successo di questa bizzarra pietanza è dovuto anche alle centinaia di video che mostrano l’anguria affumicata, diventata in poco tempo virale.

Il panino con il melone/burger inventato da Horowitz

Ma Horowitz non è nuovo a questo genere di sperimentazioni: lo scorso anno il suo locale, gestito insieme alla sorella Giulia, ha proposto un panino tutto speciale e completamente vegano, all’interno del quale, al posto della carne, è possibile gustare un particolare tipo di melone, il Cantalupo, lavorato fino a diventare “gustoso esattamente come una fetta di carne”.

Print Friendly
0