Grecia: nuovo ministero contro la crisi climatica, lo presiede Christos Stylianides

Dopo gli incendi che hanno distrutto migliaia di ettari di territorio, la Grecia corre ai ripari con una nuova figura politica

Sarà Christos Stylianides a cercare le strategie per affrontare le conseguenze della crisi climatica in Grecia. Pochi giorni fa l’annuncio della nascita di un nuovo ministero dedicato in modo specifico al tema.

Stylianides, 63 anni, ha servito in precedenza come commissario UE per gli aiuti umanitari e la gestione delle crisi. Il ministero è stato voluto dal primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis dopo i devastanti incendi di agosto che hanno bruciato più di 116.000 ettari di foresta sull’isola di Evia e nella Grecia meridionale.

I funzionari del governo hanno riconosciuto gli errori nella gestione delle risorse durante la lotta al fuoco in Evia, dove sono stati causati i danni più diffusi, ma hanno anche incolpato il cambiamento climatico per il costante peggioramento delle condizioni meteorologiche. Gli incendi sono stati alimentati da temperature roventi, che hanno raggiunto i 40°C.

Ho accettato il ruolo con la piena consapevolezza delle sfide e delle aspettative che ne derivano”, ha detto Stylianides.”Le conseguenze del cambiamento climatico ci hanno superato, e dobbiamo accelerare un cambiamento importante senza indugio”, ha aggiunto. “La prevenzione e la preparazione ai disastri è l’arma più efficace che abbiamo”.

In Italia, Cingolani che parlò anche di carne

Nel nostro paese, sotto il governo Draghi, ecco il Ministero della Transizione Ecologica, affidato a Roberto Cingolani, fisico ed accademico italiano voluto dal Movimento 5 Stelle e che è stato direttore scientifico dell’Istituto italiano di tecnologia (IIT) di Genova. Cingolani, lo scorso marzo, durante la conferenza preparatoria della Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile 2021-2027, ha esplicitato gli obiettivi del suo mandato per vivere “in un pianeta in salute“. Tra questi, la risoluzione dei problemi legati all’impatto ambientale della produzione di carne, che si attesta tra le cause principali delle emissioni di anidride carbonica e di spreco di acqua. Era la prima volta che un ministro italiano fa dichiarazioni sul consumo di carne in modo così diretto ed esplicito. Da allora, però, non ci sono più state dichiarazioni sul tema.

 

Insieme

Abbonarsi a Vegolosi MAG, la nostra rivista mensile digitale, ti permetterà di goderti ricette inedite, contenuti giornalistici di alta qualità e al tempo stesso sostenere Vegolosi.it e il lavoro facciamo ogni giorno per permettere a sempre più persone di acquisire maggiore consapevolezzaSe vuoi, puoi farlo da qui.

***

Non ora ma ricordamelo!

Inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica qui sotto e ti invieremo un massimo di due email, nei prossimi 30 giorni.

Print Friendly
0