Semi di zucca

Ottimi nel pane casereccio, come condimento per le insalate e da sgranocchiare all’ora dello spuntino, i semi di zucca sono un alimento ricchissimo sotto il profilo nutrizionale: scopriamo insieme perché

Semi di zucca - ©Vegolosi.it

I semi di zucca si raccolgono tra agosto e ottobre dalla zucca, pianta erbacea di grosse dimensioni della famiglia delle Cucurbitacee, coltivata in Italia in diverse varietà.  È possibile prelevare i semi direttamente dalla zucca separandoli per bene dalla polpa e lasciandoli asciugare su un tovagliolo fino a che non saranno secchi. Meglio verificare, in questo caso, che la zucca provenga da coltivazioni biologiche. Una volta sbucciati ed essiccati al sole, in forno o in padella, i semi devono essere conservati in vasi di vetro o porcellana oppure in sacchetti di alluminio per mantenerne intatte le caratteristiche nutrizionali.

Proprietà 

I semi di zucca hanno diverse proprietà nutrizionali: contengono triptofano, un amminoacido precursore
della serotonina, che favorisce il buonumore e il sonno; sono ricchi di magnesio, zinco, ferro, hanno proprietà antinfiammatorie, abbassano il colesterolo cattivo nel sangue e contengono fibre vegetali utili al benessere dell’intestino. Costituiscono una buona fonte proteica e sono altamente digeribili.

Ricette e usi in cucina dei semi di zucca

Ottimi nel pane casereccio e nei crackers, i semi di zucca sono un condimento ideale per le insalate oltre
che uno spuntino da sgranocchiare come merenda o aperitivo. I semi di zucca tostati o sfumati e salati con un po’ di salsa di soia sono un’aggiunta croccante e decorativa per zuppe e vellutate. Tritati grossolanamente sono perfetti anche nelle panature. Dalla spremitura dei semi tostati, si ricava l’olio di semi di zucca, poco diffuso in Italia, ma dalle numerose proprietà nutrizionali, che può essere usato per condire a crudo insalate, verdure e minestre.

Print Friendly

Le altre ricette video

0
Mostra commenti (0)