Sweet Annabelle’s: dal latte di mucca al latte di cocco

Da vecchia sede di un caseificio ad associazione no-profit a favore dei diritti degli animali che produce dolci davvero speciali

Lewis-oliver-farm

La storica “Lewis Oliver Farm” si trova sulla North Shore di Long Island.  Era sede di un caseificio popolare. L’azienda agricola risale al 1890 e nella sua piccola tenuta si trovavano 63 mucche usate per la produzione di latte. Nonostante l’ottimo guadagno ricavato da questa sua attività, il proprietario decise di ritirarsi dagli affari vendendo le mucche e la fattoria nel 1953. I residenti locali, guidati a qual tempo da Pamela Veitch, si unirono per salvare gli animali rimasti, creando un società no-profit interamente composta da volontari.

Sotto la guida dei volontari, l’ex latteria, ora è un centro utilizzato per educare gruppi di persone e famiglie alla vita di campagna attraverso il contatto con animali come pecore, capre, polli, tacchini, anatre e altri animali salvati dal macello o in situazioni di abuso e negligenza.

annabelle
In linea con le loro prospettive di cura e salvaguardia verso questi animali, i volontari, hanno deciso di non servire alimenti con ingredienti animali. Famosissimo è il loro gelato fatto vegan, per non parlare di biscotti e torte vegan tutti con una base al latte di cocco.

Il nome della linea dolciaria vegan, è  stata ispirata da uno dei residenti molto speciali della fattoria , Annabelle, la mucca gigante dolce e gentile che adora gli abbracci. “E’ nostro desiderio – racconta Lorene, una delle volontarie – che gli animali in tutto il mondo possano vivere una vita libera senza soffrire, proprio come Annabelle e i suoi amici vivono nella nostra fattoria. Sono sempre più presenti alternative cruelty-free sul mercato, così speriamo che la gente riesca a scoprire che si possono gustare deliziosi piatti senza necessariamente uccidere esseri viventi. ”

PicMonkey-CollageLorene è anche la mente e il cuore che sta dietro ai deliziosi prodotti vegan a marchio “Annabelle”. “Rimango immensamente soddisfatta nel vedere le reazioni dei clienti quando assaggiano i gelati, sono stupiti dall’ottimo sapore e consistenza. Questa reazione apre gli occhi e ci da un ottimo spunto per aprire un dialogo sugli orrori del settore lattiero-caseario”

Come aiutare questa fattoria vegan? Oggi la “Lewis Oliver Farm” si basa interamente su l’aiuto di volontari e le donazioni della comunità locale e dal momento che è in prossimità di aree residenziali, i vicini spesso lasciano delle verdure gli animali. Per aiutare e finanziare l’operato della fattoria e per aiutare Annabelle e tutti gli altri splendidi animali, è possibile visitare il loro sito oppure attraverso le pagine di Facebook e Instagram e inoltrare una donazione.

Print Friendly
0