A Settembre arriva “Ultimate burger”: la “carne” vegana di Quorn. Test in anteprima

Il prodotto, completamente a base vegetale, arriva sulla scia delle alternative alla carne di altre aziende, ma da un’azienda, Quorn, specializzata da anni in prodotti vegetali proteici

Ultimate burger quorn

Era solo questione di tempo: Quorn, azienda con sede in Inghilterra e famosa per i suoi prodotti alternativi alla carne sia vegetariani che vegani a base di micoproteine, lancerà a Settembre in Italia il suo burger completamente vegano alternativo alla carne.

Dopo Impossibile, Incredible e Beyond, arriva quindi, “Ultimate” che anche nel claim sembra voler un po’ porre fine ai giochi sulla concorrenza mondiale alla migliore sostituzione della carne macinata animale, con un prodotto completamente a base vegetale. Il burger sarà distribuito a Settembre in Italia anche dalla catena Esselunga e Vegolosi.it lo ha provato in anteprima dato che l’azienda ha deciso di inviarne alcune confezioni alla nostra redazione, dopo le nostre recensioni del prodotto di Nestlé, “Incredible burger” e di “Beyond Meat

Supreme burger quorn

L’interno del burger di Quorn dopo la cottura

I medaglioni Quorn si presentano di un colore rosso intenso e una volta tirati fuori dal freezer possono essere direttamente cotti in padella oppure al forno, come da indicazioni sulla confezione. Nonostante il produttore segnali che per la cottura in padella sia necessario aggiungere dell’olio, noi lo sconsigliamo: è possibile cuocere il prodotto anche senza, a fiamma bassa per circa 5/7 minuti.

A differenza del prodotto Nestlè, quello dell’azienda inglese rilascia meno grassi vegetali in cottura e anche l’odore che sprigiona è decisamente meno intenso e fastidioso (di Beyond Meat non possiamo dirlo, dato che lo abbiamo provato solamente già cucinato in alcuni locali). In cottura il prodotto grazie agli zuccheri e ai grassi subisce la reazione di Maillard ed è in questo modo che sulla superficie si crea in poco tempo una leggera crosta più scura.

La cottura in padella è veloce e una volta aperto, il burger presenta una texture diversa da quella dei suoi “colleghi”: realizzato a base di proteine dei piselli, amido, farina di grano e micoproteina (ingrediente caratteristico della marca), la consistenza è molto morbida e senza “grumi” ma con leggeri e morbidi “sfilacci”, molto più simile alla carne lasciata un po’ al sangue. Il sapore è simile a quello di un burger di carne, senza però essere invadente e tendente al salume cotto come nel caso di Incredible Burger e non ricorda nemmeno il sapore forte della carne di agnello come nel caso di Beyond Burger. Gli aromi presenti nel prodotto sono stati calibrati con maggior delicatezza.

Anche fra gli ingredienti del burger Quorn, che presenta un apporto calorico a porzione di 255 calorie con una quota di grassi saturi di 3,2 grammi e 23 di proteine, troviamo i grassi vegetali “classici”: olio di semi di girasole, olio di palma e olio di cocco, quest’ultimo ricco di grassi saturi. Il colore rosso intenso è garantito dal succo di barbabietola.

In generale il burger ha un sapore e una consistenza interessanti e più gradevoli dei suoi concorrenti, sia mangiato da solo che inserito in un classico panino con verdure e salse. Rimane un prodotto adatto a chi ama i sapori della carne, intensi e speziati, ma anche a livello di digeribilità risulta un po’ più facile, anche se non certamente una “piuma”.

Print Friendly
0