Anita Krajnc denunciata per aver dato da bere ai maiali

Anita Krajnc

Avevamo raccontato la sua storia qualche giorno fa. Lei, “angelo silenzioso dei maiali“, ora si ritrova sul banco degli imputati per la sua missione di aiutare questi animali portando loro dell’acqua. La canadese Anita Krajnc è stata denunciata dall’autista di un tir e ora è accusata di uso inappropriato di una proprietà altrui: a breve sarà processata in tribunale e, dovesse perdere, sarebbe costretta a risarcire il guidatore del mezzo con circa cinquemila dollari, pari a circa 4500 euro. E in tutto il Canada sta crescendo la polemica: tutti gli attivisti e gli animalisti del paese si dicono pronti a dimostrare la propria vicinanza ad Anita in ogni modo e definiscono “assurda” l’accusa.

Anita è a capo dell’associazione Toronto Pig Save: con alcuni amici si ritrova tre volte a settimana all’incrocio tra alcune centralissime strade di Toronto, strade su cui transitano i camion pieni di maiali diretti al macello della metropoli canadese. Qui, approfittando della sosta dei tir per i semafori e per il traffico, danno acqua ai maiali versandogliela all’interno di piccoli fori posti sulle “pareti” del camion, che servono ai suini per respirare. Nessuna polemica né violenza, niente urla o manifestazioni vistose: questi animalisti si limitano a versare dell’acqua all’interno di piccoli fori oltre i quali ci sono, ammassati, decine di maiali. Più volte in passato gli autisti si sono schierati a favore di questa associazione.

Petizione per Anita Krajnc

Qualche giorno fa, però, la situazione è degenerata: mentre gli attivisti mettevano in atto per l’ennesima volta la loro missione, un autista non ha acconsentito a far versare dell’acqua all’interno del camion. Da qui è scattata una lite al termine della quale Anita Krajnc è stata denunciata. Adesso tutto il Canada attende l’esito di questo processo che, in ogni caso, segnerà un punto di svolta per l’associazione animalista di Toronto. Anche dall’Italia possiamo fare qualcosa: l’associazione ha aperto una petizione online per chiedere al governo canadese di far cadere tutte le accuse rivolte ad Anita.

Print Friendly
0