Notizie

Lisbona capitale “veggy” d’Europa per offerta nei ristoranti, a Roma il quinto posto

Secondo la classifica stilata da un sito turistico, Lisbona è la capitale più veg-friendly d’Europa; al nostro paese spetta il quinto posto

Mangiare “veg” in Europa sembra sempre più facile: questo almeno secondo Hundredrooms.it, compratore online di alloggi turistici, che ha stilato una classifica delle capitali più veg-friendly del continente, tenendo conto del rapporto tra popolazione e numero di ristoranti che offrono menu privi di ingredienti animali. Al primo posto Lisbona, capitale portoghese, che conta più di cento tra ristoranti e negozi di alimentazione “veg” sparsi sul territorio, per una popolazione che supera di poco i 500 mila abitanti. Questo primo posto, probabilmente, non è un caso: le iniziative “veg” in città non mancano, tanto che il Governo portoghese ha da poco varato una legge che obbliga tutte le mense pubbliche a fornire almeno un’opzione vegan nel proprio menu. Il secondo posto, invece, spetta a Praga, nella Repubblica Ceca: nonostante abbia alle spalle una solida tradizione culinaria a base di piatti di origine animale, la città offre comunque tante opzioni cruelty-free a un prezzo contenuto. Sempre sul podio ma al terzo posto è Varsavia, capitale polacca, in cui il fenomeno veg-friendly si sta espandendo a macchia d’olio e ha catturato perfino l’attenzione del Financial Times, che gli ha dedicato un articolo: dai “vodka bar” ai caffè vegani, la città sta rapidamente cambiando il proprio volto.

A Roma il quinto posto, ma l’Italia?

Quarto posto per Barcellona, in Spagna, considerata la città più “green” e veg-friendly del paese. E’ stato il municipio catalano, un anno fa, ad aver onorato la città di questo titolo, promuovendo le opportunità di questo nuovo tipo di commercio sia per gli abitanti che per i turisti. Un esempio? Alcuni ristoranti offrono uno sconto ai clienti che arrivano in bicicletta. Anche Roma, però, risulta essere una capitale in cui vegetariani e vegani possano trovare (letteralmente) pane per i propri denti: la “città eterna”, infatti, secondo la classifica offre un buon numero di ristoranti e negozi “veg” rispetto al numero degli abitanti. Ma non è tutto: con la nostra inchiesta abbiamo scoperto che mangiare vegano è abbastanza semplice in tutta Italia, non solo a Roma. Eppure, di fianco a una certa facilità nel mangiare piatti senza derivati animali nei ristoranti, nel nostro paese  si discute ancora sulla possibilità – e sui “rischi” – di introdurre un menu vegetariano o vegano nelle mense scolastiche, come dimostra il recente sviluppo nel caso del Comune di Merano.

Città vegan-friendly nel mondo: ecco quali sono

Mostra commenti (0)