Londra, arriva il primo servizio in camera vegano al St. Giles Hotel

Il St.Giles Hotel, in collaborazione con l’azienda BOL Foods, offre il primo servizio in camera 100% vegetale del Regno Unito

Hotel Londra servizio in camera vegano

Considerata da sempre una tra le capitali europee più vegan-friendly, Londra non si smentisce nemmeno questa volta: il St. Giles Hotel, situato nel West End della City, ha da poco iniziato a collaborare con l’azienda BOL Foods per offrire il primo servizio in camera 100% vegetale del Regno Unito. I clienti dell’hotel avranno davvero l’imbarazzo della scelta: tanti piatti vegetariani e vegani da provare, spaziando tra insalate miste, zuppe e piatti etnici… tutti rigorosamente in barattolo!

“La partnership con BOL è il risultato di una tendenza crescente, da parte degli ospiti dell’hotel, nel cercare di mantenere le loro sane abitudini alimentari anche quando viaggiano, specialmente per affari”, ha dichiarato Abigail Tan-Giroud, CEO del St. Giles Hotel. Ma non è tutto: secondo i gestori dell’hotel, la tendenza dei clienti è sempre più orientata verso uno stile di vita più sano – tra abbonamenti alla palestra della struttura e la richiesta di guide per correre o allenarsi in città –  che comprende anche la domanda sempre più spiccata di piatti a base vegetale nei ristoranti gestiti dall’hotel. “Questa partnership è un passo emozionante verso il futuro del servizio in camera e un riflesso di Londra come capitale cosmopolita consapevole” ha concluso Tan-Giroud.

E sì, Londra consapevole lo è davvero: sono sempre di più, infatti, i locali che optano per la scelta cruelty-free, come il bar che ha eliminato per sempre il latte vaccino oppure il primo negozio di “pollo fritto” 100% vegan.  Oltre a questo, non possiamo dimenticare le iniziative a favore della scelta vegana, come il Veganuary, campagna di sensibilizzazione lanciata nella metropolitana della città per chiedere alla popolazione di mangiare senza crudeltà almeno nel mese di gennaio.

Vegani a Londra: 5 cose da fare e posti da visitare almeno una volta

Print Friendly