Stampa

Polpette di lenticchie con chutney ai pomodorini – Video ricetta

Queste polpette di lenticchie con chutney ai pomodorini sono un secondo saporito e dai toni indiani che conquisterà tutti gli amanti dei sapori speziati. I pomodorini sono infatti aromatizzati con zenzero, cipolla, aglio, garam masala e peperoncino, per un’esplosione di profumi che vi lascerà senza parole.

Ingredienti

per il chutney

Strumenti

Si cucina!

Per la preparazione del chutney iniziate con il tagliare i pomodorini a dadini molto piccoli e teneteli da parte. Sbucciate poi lo zenzero, tagliatelo a pezzetti insieme alla cipolla e frullateli nel tritatutto insieme allo spicchio di aglio fino ad ottenere una purea. Scaldate una padella con un filo d’olio e fatevi soffriggere il misto di cipolla e zenzero, unendo anche un pizzico di sale, il garam masala e il peperoncino. Dopo 3-4 minuti aggiungete anche i pomodorini e portate a bollore, versate anche lo zucchero e l’aceto e lasciate cuocere per un’oretta a fiamma bassa fino a quando sarà asciutto e morbido.

Prepariamo le polpette

In una ciotolina mescolate la farina di semi di lino con l’acqua e lasciate riposare per una decina di minuti fino a quando si sarà formato un composto gelatinoso. Versate nel tritatutto le lenticchie, la farina di mandorle, il lievito alimentare, le erbe aromatiche, un pizzico di sale e un giro d’olio e frullate qualche istante. Unite quindi anche il composto di semi di lino e azionate nuovamente il tritatutto fino ad ottenere un composto lavorabile ma non del tutto omogeneo.

Inforniamo

Formate all’incirca 24 polpettine con l’impasto preparato e disponetele su una placca foderata di carta forno. Infornatele a 180°C in forno statico per 10-15 minuti, poi sfornatele e servitele ben calde con il chutney ai pomodorini ormai completamente raffreddato.

Conservazione

Potete conservare queste polpette 2-3 giorni in frigorifero in un contenitore per alimenti. Il chutney invece si conserva una settimana in frigorifero in un vasetto di vetro, oppure potete trasferirlo ancora bollente in un vasetto di vetro sterilizzato, chiuderlo bene, rovesciarlo a testa in giù e lasciarlo raffreddare completamente in questa posizione in modo che si formi il sottovuoto e possa essere conservato fino a 3 mesi in dispensa.

Seguici, su!

Siamo anche su Facebook, Instagram, Youtube e Pinterest