Libri da leggere per l’estate 2018: consigli per cambiare prospettiva

Qualsiasi sia la vostra meta estiva, non potete raggiungerla senza un libro bello da leggere. Ecco i nostri consigli di lettura.

Che per quest’anno abbiate scelto di trascorrere le vacanze al mare, in montagna, al lago o in città, certamente i giorni di ferie passeranno meglio in compagnia di un buon libro. Ecco quindi alcuni libri da leggere questa estate: imperdibili, per tutte le età, da sfogliare sotto l’ombrellone, in una pausa durante una passeggiata tra i boschi o semplicemente sul divano di casa.

foto
Se niente importa – Perché mangiamo gli animali?

di Jonathan Safran Foer

Leggi la recensioneCompralo qui  – Kindle/ebook

Uno dei libri-simbolo della scelta vegana e vegetariana, un saggio dalle tematiche profonde godibile come un romanzo.

Contenuti in breve: è il racconto della scelta vegetariana di Foer, si muove attraverso l’analisi delle motivazioni personali dell’autore, ma fornisce anche una fotografia dello sfruttamento animale, attraverso dati, reportage e numeri sugli allevamenti intensivi d’America.

Consigliato perché è un saggio che innesca una riflessione su più fronti, analizzando la questione dal punto di vista della sofferenza animale e del prezzo ambientale della dieta onnivora. Tematiche “scomode”, che spesso non vengono affrontate nella maniera corretta, trovano qui ampio spazio di approfondimento.


 

Mangiare la terra

di Lisa Kemmerer

Leggi la recensioneCompralo qui

Studiosa di filosofia e vegana attivista da sempre, la professoressa Kemmerer porta sugli scaffali un testo ineccepibile. Scorrevole come un romanzo ma dettagliato come un saggio, si tratta di una lettura di base da non perdere.

Contenuti in breve: Questo saggio di facile consultazione, completo di schemi, tabelle e un tocco di umorismo pungente, porta alla luce il gravoso – a tratti sconcertante – impatto ambientale dell’allevamento animale, della pesca e della caccia, indicando la strada verso un presente da riscattare e un futuro da costruire.

Consigliato perché è un libro decisamente diverso dal solito e che pone l’accento su aspetti spesso non trattati dell’impatto della nostra alimentazione sul mondo e sugli animali. Nessuna visione “totalitaristica” bensì grande buon senso con un occhio a numeri e fatti verificati.


 

Il dilemma dell’onnivoro

di Michael Pollan

Leggi la recensioneCompralo qui – Kindle/eBook

Uno dei migliori libri mai scritti sul tema delle riflessioni umane sul rapporto con il cibo. Pollan, giornalista eccellente e dalle capacità narrative incredibili, racconta il suo percorso attraverso la domanda “Che cosa mangiamo e perché lo facciamo?”

Contenuti in breve: Pollan parla con i contadini americani, mangia, vive con loro, zappa la terra, mette le mani nel fango, si alza alle 4 del mattino per iniziare a lavorare. Compra un vitello (a cui non dà un nome, ma solo un numero, forse perchè teme davvero di affezionarcisi troppo) ne segue la vita, lo sviluppo e la macellazione. No, questo non è un libro “vegetariano”. Pollan ci prova a diventarlo, lo dice, ma non ci riesce. Onesto. Quella con Pollan è una chiacchierata, che vale davvero la pena di fare,

Consigliato perché, oltre ad essere scritto benissimo, permette di dialogare con qualcuno che si è posto domande e ha dato le proprie risposte provando sulla sua pelle le conseguenze delle proprie scoperte, ha messo in dubbio le proprie certezze e ha spiegato le sue motivazioni, cosa sempre più rara.


 

del-mangiar-carne-Pulatrco

Del mangiar carne

di Plutarco

Leggi la recensioneCompralo quiKindle-eBook – Audio libro Audible

 

In poche pagine questo trattato ci fa fare un viaggio nel tempo che fa girare la testa. Sono passati 1900 anni, eppure, nulla è cambiato nelle basi di una riflessione che sposta l’uomo e i suoi desideri dal centro del mondo.

Contenuti in breve: Ben 1965 anni fa, Plutarco, un giovane scrittore, studioso di filosofia e di retorica, appassionato studente e seguace di Platone, scriveva una delle sue opere più importanti, i Moralia all’interno della quale è presente questo saggio. Plutarco fa emergere un dato su tutti: mangiare carne è un elemento culturale e non naturale. Un testo di facile lettura e di incredibile spessore culturale.

Consigliato perché ci mette nella giusta prospettiva storica, allontanandoci una volta per tutta da termini legati alla scelta vegana come “moda”, “caprccio”, “setta”. Ce ne è davvero bisogno.


 

Un mondo senza animali

di Fabrizio Benedetti

Leggi al recensioneCompralo quieBook

A cosa dovremmo davvero rinunciare in un mondo senza animali? L’analisi del professor Fabrizio Benedetti, ci porta per mano attraverso le conseguenze pratiche di un mondo che applichi la vera liberazione animale chiesta da Peter Singer.

Contenuti in breve: il piccolo pamphlet (un centinaio di pagine), ha uno scopo dichiarato: quello di analizzare nel modo più oggettivo possibile che cosa significherebbe per l’essere umano la liberazione animale, ossia il non utilizzare per nessuno scopo funzionale, coloro che accompagnano l’uomo sul pianeta, o meglio, coloro che lo abitano da molti più millenni di noi. Una tesi, questa, definita “Antispecismo debole” e che, certamente, porta ad una serie di domande complesse. “Siamo disposti – scrive Benedetti – a rinunciare all’antipolio, ai vaccini, alla chirurgia, a favore del benessere animale?”.

Consigliato perché pone delle giuste domande e mette in risalto questioni davvero complesse rispetto al nostro rapporto con gli animali e il nostro innegabile antropocentrismo.


 

foto

La vendetta dei broccoli

di Diana Lanciotti

Leggi la recensioneCompralo qui

Un “giallo” (che però è anche “verde”) in piena regola, che ha anche un animo buono: il ricavato delle vendite (compresi i diritti d’autore) è infatti interamente devoluto al Fondo Amici di Paco per aiutare gli animali senza famiglia.

Contenuti in breve: i più famosi chef “carnivori” d’Italia vengono presi di mira da uno spietato serial killer, un “giustiziere” che ha deciso di eliminarli uno a uno, e di firmare ogni singolo, efferato delitto proprio con un broccolo. Un personaggio affascinante e malvagio che terrà in scacco polizia e carabinieri seguendo il filo di una vendetta spietata. Il punto centrale del romanzo, però, non è tanto scoprire l’identità del colpevole quanto il suo misterioso movente…

Consigliato perché è un’opera godibile e divertente che sfruttando uno dei generi narrativi più amati del mondo, abbraccia tematiche animaliste in maniera intelligente e mai banale.


 

foto

V is for vegan. L’ABC dell’essere gentile

di Roby Roth

Leggi la recensioneCompralo qui

Un libro “veg” per bambini dai 3 ai 7 anni, illustrato dall’autrice stessa, vera icona del mondo delle illustrazioni, con disegni simpatici e coloratissimi.

Contenuti in breve: i principali gruppi alimentari vegani, insieme a contenuti più profondi come la salvaguardia degli animali e dell’ambiente sono illustrati ai più piccoli in modo facile eppure mai banale.

Consigliato perché spiega in modo semplice e spiritoso cosa significa essere compassionevoli e gentili con gli altri esseri viventi, a partire proprio da ciò che si porta in tavola. Un libro dedicato ai più piccoli, ma utile anche ai genitori che, con delicatezza, vogliano spiegare ai propri bambini le motivazioni che stanno dietro scelte alimentari di natura etica.


 

foto

Il maiale non fa la rivoluzione

di Leonardo Caffo

Leggi la recensioneCompralo qui  – Kindle/eBook

Un saggio filosofico che analizza, punto per punto, il pensiero dei grandi interpreti della filosofia morale come Peter Singer, Tom Regan e Tzachi Zamir aprendo però una nuova strada.

Contenuti in breve: un vero e proprio manifesto filosofico che mette in luce, senza mezzi termini, la reale condizione animale nella nostra epoca. Il punto di analisi è molto chiaro: i diritti animali devono essere riconosciuti perché l’animale è in grado di soffrire come noi? Oppure l’obiettivo degli uomini deve essere quello di lottare attivamente contro un sistema di regole sbagliato, di cui ancora oggi non riusciamo (o vogliamo?) renderci conto? L’autore, alla fine, lancia uno spunto di riflessione interessante: chi oggi si professa vegetariano o vegano per i diritti degli animali, sarebbe in grado di aderire all’antispecismo debole, lavorando alla liberazione animale a qualsiasi costo, anche se questo fosse l’annientamento umano?

Consigliato perché è ricco di spunti di riflessione interessanti. Adatto sia per chi abbia già abbracciato la scelta vegana, sia per chi si voglia avvicinare a questo stile di vita, porta un punto di vista nuovo e non banale sul tema.


foto

Il libro dell’ignoranza sugli animali

di J. Lloyd e J. Mitchinson

Leggi la recensioneCompralo qui – Kindle/eBook

Una lettura simpatica e divertente per conoscere a fondo il mondo animale, assurdità comprese.

Contenuti in breve: li abbiamo disegnati, visti protagonisti di documentari e cartoni animati o conosciuti attraverso i nostri vecchi album di figurine. Il regno animale, però, ha ancora tante zone d’ombra del tutto inesplorate, che questo libro ci consentirà di scoprire con occhio attento e spiritoso.

Consigliato perché è una lettura leggera e spassosa, ma comunque interessante per conoscere sfaccettature e “lati oscuri” degli animali che amiamo ma di cui, spesso, non sappiamo un bel niente.


 

Clean meat

di Paul Shapiro

(Libro solo in inglese)

Leggi la recensioneCompralo quiKindle/eBook

Che cosa succede nei laboratori oltreoceano che sperimentano un nuovo modo per “creare” la carne? Che cosa significa davvero “carne in vitro” e gli animali sono davvero salvi?

Contenuti in breve: Shapiro, uno dei massimi attivisti mondiali sui diritti umani, compie un viaggio per gli Stati Uniti per un’inchiesta sulle startup che lavorano alla carne sintetica, tratta cioè dalle cellule staminali. Un mondo affascinante e in assoluta evoluzione sul quale moltissimi grandi investitori stanno puntando. Il libro ci aiuta a comprendere la vastità del panorama mondiale sul tema e le sue grandi opportunità.

Consigliato perché si tratta di un libro completo su un tema completamente nuovo, che apre molti interrogativi ma che potrebbe determinare una vera rivoluzione per il benessere degli animali e il sistema produttivo (assurdo) attuale.

CoNDIVIdi questi consigli

Questo post contiene link di affiliazione e Vegolosi.it ottiene una piccola percentuale dei ricavi ottenuti sulle vendite dei prodotti linkati: se clicchi sui prodotti e alla fine li acquisti, comunque, non ci sarà alcun ricarico sul prezzo.