Stampa

Pappardelle con foglie di salvia al ragù bianco di tempeh

Queste pappardelle sono una meravigliosa pasta fatta in casa in cui le foglie di salvia sono inserite all’interno della pasta stessa, rimanendo visibili in trasparenza. Il sapore deciso di questa pasta è completato alla perfezione dal ragù bianco di tempeh al vino bianco. Un piatto pieno di carattere e di gusto, da godersi durante un bel pranzo della domenica.

Si cucina!

Prepariamo il ragù

Tritate finemente le carote, il sedano e lo scalogno. In una pentola scaldate un po’ di olio e fate soffriggere lo spicchio d’aglio tagliato a metà fino a quando sarà dorato. Aggiungete le verdure, un pizzico di sale e di pepe e fate soffriggere il tutto qualche minuto. Tritate grossolanamente il tempeh con il tritatutto e unitelo al soffritto insieme al rosmarino tritato fine. Fate insaporire qualche minuto, poi sfumate con il vino bianco. Fate cuocere per 15 minuti, aggiungendo se necessario un goccio di acqua o di brodo vegetale. Spegnete la fiamma e unite anche la salsa di soia.

Impastiamo la pasta

In una ciotola riunite la farina 0, la semola, il sale e la curcuma. Mescolate, poi aggiungete l’olio extravergine d’oliva e l’acqua fino ad ottenere un impasto lavorabile ma non troppo morbido (la quantità di acqua necessaria potrebbe variare a seconda della farina usata). Impastate il tutto per 5 minuti, poi avvolgete il panetto nella pellicola e fatelo riposare un’ora in frigorifero.

Formiamo le pappardelle

Prelevate una porzione di pasta e iniziate a tirarla con la macchina per stendere la pasta, fino ad ottenere una sfoglia sottile (spessore 2 della macchina). Tirate due sfoglie lunghe 25 cm circa, e disponete le foglie di salvia su una delle due sfoglie, formando tre file da tre foglie ciascuna. Coprite con la seconda sfoglia e ripassate nuovamente le due sfoglie attraverso la macchina per stendere la pasta (spessore 4 della macchina), in modo da farle aderire e bloccare all’interno la salvia. Con un coltello affilato ricavate 3 pappardelle tagliando la sfoglia per il lungo, e disponetele su un tagliere di legno cosparso di semola. Procedete in questo modo fino ad esaurimento degli ingredienti.

Cuociamo e condiamo le pappardelle

Cuocete le pappardelle in abbondante acqua bollente con un goccio di olio semi, e scolatele dopo 3 minuti. Saltatele molto delicatamente in padella insieme al ragù bianco di tempeh e servite.

Conservazione

Potete conservare queste pappardelle al ragù di tempeh 1-2 giorni in frigorifero in un contenitore per alimenti. La pasta non cotta si conserva un giorno su un tagliere di legno e coperta da un telo pulito. Il ragù invece si può conservare in frigorifero fino a 4 giorni.