Senza tecnologia e denaro: la vita “senza” di Mark Boyle spiegata in un libro

Adesso è possibile anche godersi i singoli articoli del nostro mensile Vegolosi MAG: puoi acquistarli in PDF da leggere su qualsiasi dispositivo, quando vuoi e per quante volte vuoi. Approfondisci gli argomenti che ti interessano e sostieni il nostro lavoro. 

Di seguito l’anteprima dell’articolo

Di Daria Falconi

Nel 2008 Mark Boyle ha lasciato il lavoro, poi la città e se ne è andato a vivere nella natura. Ricorda come fosse ieri quel giorno in cui ha spento il computer per l’ultima volta per poi farsi conoscere al mondo come il Moneyless man, “l’uomo che vive senza denaro”. Oggi, dieci anni dopo, vive ancora nella casa che si è costruito da solo, senza soldi e tecnologia ed è felice.

Irlandese classe 1979, Boyle potrebbe essere chiunque di noi. Cresciuto a Ballyshannon, dopo essersi laureato in economia al Galway-Mayo Institute of Technology si è trasferito nel Regno Unito nel 2002. Lì ha iniziato a lavorare, prima in un’industria farmaceutica poi nel settore alimentare. Convinto che la sua vita avrebbe girato per sempre attorno al denaro (lui è esperto di finanza e marketing) quando il tema della crisi climatica iniziò a diventare preponderante, diverse domande sull’esistenza cominciarono ad assillarlo: già vegetariano da sei anni, sentiva di non star facendo abbastanza per limitare l’impatto della sua vita sulla Terra.

Così un giorno vede un film sulla vita di uno dei più grandi politici e filosofi della storia moderna, il Mahatma Gandhi, e tutto cambia. Da quel momento, che tutt’oggi definisce come un’ “epifania”, si accende in lui una fiamma che non si spegnerà più, alimentata dal mantra: “Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”. 

Pochi giorni dopo Mark inizia un lento percorso che nel giro di pochi anni lo avrebbe portato a vivere prima senza soldi e poi anche senza tecnologia.
A 29 anni Mark lascia per sempre il lavoro per vivere senza soldi. Non ne ha più spesi né più ricevuti, optando per una quotidianità priva di contanti, carte di credito, prestiti o qualsiasi altra forma di finanziamento: “I soldi ci donano l’illusione di essere indipendenti, che è anche una bella cosa. La verità è che ci rendono dipendenti da persone molto lontane da noi, poiché sopravviviamo solo…”

Ti potrebbe interessare anche:

Ecco l'abbonamento semestrale a Vegolosi MAG, il mensile digitale per chi vuole imparare a cucinare 100% vegetale senza nessuna rinuncia e per informarsi sul mondo che cambia, gustandosi non solo le ricette inedite…

Add to cart

€35,00

Nuovo appuntamento in cucina con chef Sonia Maccagnola per imparare gli impasti di base per realizzare la pasta fresca senza uova, i formati più golosi, ma anche le tecniche per…

Add to cart

€35,00

Nuovo appuntamento in cucina con chef Sonia Maccagnola per imparare a realizzare dolci lievitati, biscotti, dolci al cucchiaio e crostate senza utilizzare lo zucchero semolato, ma anche con alternative a…

Add to cart

CoNDIVIdi questi consigli

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Questo post potrebbe contenere link di affiliazione e Vegolosi.it ottiene una piccola percentuale dei ricavi ottenuti sulle vendite dei prodotti linkati: se clicchi sui prodotti e alla fine li acquisti, comunque, non ci sarà alcun ricarico sul prezzo.

Vegolosi