Stampa

Granola vegana di amaranto e avena fatta in casa

La granola vegana di amaranto è la nostra miscela di fiocchi di cereale e frutta secca per una colazione energetica e saporita. Semplicissima e veloce da preparare, ecco la ricetta per farla in casa.

 

Si cucina!

La frutta secca e i fiocchi di cereale

Tritate finemente la frutta secca, quindi le mandorle, le nocciole e i pistacchi. Potete decidere anche di utilizzare per preparare la vostra granola anche solo un tipo di frutta secca, quella che vi piace di più. In una ciotola versate i fiocchi di avena integrale, quelli di amaranto e la frutta secca appena tritata. Aggiungete i semi di zucca che, anche in questo caso, potete sostituire con i semi che preferite, ad esempio quelli di girasole o quelli di sesamo. Ora non vi resta che unire le bacche di aronia, un frutto simile ai mirtilli ma leggermente più acidulo. Mescolate il tutto con lo sciroppo di acero o agave: dovrete creare un composto morbido e appiccicoso.

Stendiamo e inforniamo

Stendete l’impasto appena ottenuto su una leccarda ricoperta da carta da forno aiutandovi con le mani leggermente inumidite o con il dorso di un cucchiaio sempre bagnato, e infornate (forno statico) a 160 °C per circa 30/35 minuti, al termine lasciate raffreddare e riponetela in un barattolo spezzandola in blocchetti irregolari. La granola è ottima nello yogurt vegetale o nel latte a colazione, ma è anche un ottimo spuntino per spezzare la fame.

Conservazione

Potete conservare la granola vegan in un barattolo di vetro con coperchio per anche un paio di settimane, oppure in una scatola di latta con il coperchio e foderata con carta forno.