Stampa

Cavolfiore al forno arrosto alle spezie

Portate in tavola questo arrosto di cavolfiore al forno aromatizzato da profumatissime spezie e vi possiamo assicurare che farete un figurone. L’effetto scenografico è garantito dal lasciare la testa di cavolfiore intera, e la copertura di yogurt di soia e spezie diventa in forno una deliziosa crosticina, dorata e invitante.

Si cucina!

Prepariamo le spezie e lessiamo il cavolfiore

Schiacciate l’aglio con lo spremiaglio, unitelo allo yogurt, la tahin, insieme a tutte le spezie e al limone (scorza e succo) e mescolate bene. Pulite il cavolfiore rimuovendo tutte le foglie e la base del gambo, tagliandola in modo tale che il cavolfiore stia in piedi ben dritto. Portate a bollore una pentola piena d’acqua leggermente salata e lessate il cavolfiore per 5 minuti, facendo attenzione a mantenerlo intero. Scolate il cavolfiore, lasciatelo intiepidire e asciugatelo bene.

Inforniamo il cavolfiore

Ricoprite una teglia con carta da forno e appoggiatevi la testa di cavolfiore. Aiutandovi con un cucchiaio ricopritelo interamente con il composto di yogurt e spezie, cercando di distribuirne uno strato omogeneo su tutta la superficie. Infornate in forno statico a 200°C per 30-40 minuti fino a che la superficie risulterà dorata: se fosse necessario utilizzate la funzione grill per gli ultimi minuti di cottura.

Potete anche realizzare delle fette di cavolfiore arrosto con questo stesso metodo. Tagliate il cavolfiore a fette spesse, lessatele sempre per 5 minuti, e asciugatele per bene. Cospergete con l’aiuto di un pennello da cucina o delle mani, la salsa su entrambi i lati delle fette. Appoggiatele poi su una leccarda coperta con carta forno e fatele cuocere a 200 gradi per circa 15 minuti. Controllate con i rebbi di una forchetta che il centro dell’ortaggio sia morbido, se non dovesse esserlo procedete con la cottura ancora qualche minuto in forno.

Conservazione

Questo cavolfiore si conserva in frigorifero per un paio di giorni ben chiuso in un contenitore per alimenti. Al momento del consumo vi consigliamo di dividerlo a cimette e saltarlo in padella per scaldarlo.